Around Sicilia/ Sicilian-style food

Sagra del Ficodindia Belpasso 2015

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Oggi nessuna ricetta ma un racconto fotografico della Sagra del Ficodindia Dop dell’Etna che si è svolta a Belpasso in provincia di Ct giusto Domenica scorsa,una giornata di sole e calore piacevolissima al contrario purtroppo di quello che sta vivendo in queste ore Catania.

Il Ficodindia nasce da una pianta appartenente alla famiglia dei Cactus poco bella tutto sommato e anche spinosa,ma dalle proprietà curative innumerevoli,mio Padre stesso ed io da piccola ci siamo curati con la “bava” interna della pala che si è dimostrata davvero miracolosa,cicatrizzante e rinfrescante come poche,inoltre produce frutti dolcissimi anch’essi spinosi  (tranne per quelli Dop) che hanno una polpa interna dai colori spettacolari,Fucsia o rosso ficodindia,Arancio-giallo e Bianche le più rare,turgide e succose.

QUI e QUI qualche ricettina facile e veloce da realizzare con i fichidindia,nel secondo link c’è un post antichissimo di 3 anni fa con fotine 🙁 a cui però sono molto legata,un passo passo con le mani di mio Padre 😉

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Qualche info suggerita da Wikipedia:

Questa pianta ha la caratteristica di resistere ai climi aridi e secchi e cresce in zone impervie con terreni medi e grossolani di natura lavica. La pianta del ficodindia non presenta tronco ma solo foglie, che si inerpicano dalle radici formando le cosiddette pale alle cui estremità superiori si formano i frutti.

Nella sua coltivazione non vengono utilizzati antiparassitari e/o anticrittogamici poiché la pianta assume delle difese proprie contro i parassiti

La zona di produzione è principalmente la provincia di Catania, nelle zone dei paesi etnei alle falde del vulcano, quindi le zone di Adrano, Biancavilla, Belpasso, Paternò, Motta Sant’Anastasia, Santa Maria di Licodia e San Cono. La produzione dei frutti avviene secondo tecniche secolari applicate alla pianta. La prima fioritura avviene tra maggio e giugno con formazione dei frutti verdi. Per ottenere un prodotto di maggiore qualità si applica la tecnica detta di scozzolatura, che porta ad eliminare i frutti fioriti per ottenere dei frutti più grossi e buoni. La seconda fioritura avviene tra settembre e dicembre…e in dialetto vengono denominati “Bastarduna”(mia aggiunta che Wikipedia non conosce 😉 )

In fine,i ficodindia vengono poi raccolti, immagazzinati e impaccati secondo una tecnica detta “senza spine” che caratterizza la commercializzazione. Il ficodindia dell’Etna deve avere delle caratteristiche tipologiche, di cultivar, di colore, forma e qualità che ne denotano il prodotto e che lo acquisiscano alla tutela DOP.

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Qui sulla sinistra baffuto c’è il mio bel nipote Ivano (con l’Azienda “Magma” del Padre),il 4°di ben 10 meravigliosi cugini (mio figlio è il 9°nipote) si avete capito bene “10” cugini ^.^ di una Grande Famiglia.

Sagra del Ficodindia

Sagra del Ficodindia

Questo è il ficodindia Bianco,al suo interno infatti la polpa è chiarissima quasi bianca,meno pastoso dei suoi gemelli frutti quindi più turgido e molto molto succoso,quando lo si morde quasi scrocchiola,è favoloso…macchevelodicoaffà!!!

#sicilianitudine

prossima ricettina come promesso,a qualcuno 😉 , dolcetto da fare per il 1°Novembre o per Ognissanti stragolossisssssimoooo!!!!

 

 

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    damiana
    21 ottobre 2015 at 20:31

    Una carrellata piacevole ed invitante!Si ho quasi l’impressione di aver assaporato quello bianco ne ignoravo l’esistenza!Bellissima famiglia,complimenti cara!<3

  • Reply
    Simo
    22 ottobre 2015 at 5:58

    anche se, devo ammetterlo, non amo molto il fico d’india…beh, queste sagre invece le adoro…come avrei voluto essere lì con te!
    Un bacione cara e buonissima giornata

  • Reply
    Mariangela
    22 ottobre 2015 at 16:50

    Adoro i fichi d’india specialmente quelli siciliani! Complimenti per questo bellissimo post e per tutti i tuoi nipotini!!!!!!

  • Reply
    Veronica
    22 ottobre 2015 at 18:03

    Che belle e che buone sono le nostre ficurinia. Bellissimo reportage cara e complimenti per la grande famiglia ( anche la mia non scherza ?) ?

  • Reply
    Melania
    22 ottobre 2015 at 19:25

    Adesso sicuramente sarò di parte ma effettivamente è una gioia immensa trovare una siciliana come me e per di più bravissima.
    C’ero anche io a quella sagra, negli ultimi periodi quando posso scappo e scatto. E noi effettivamente ne abbiamo tante, soprattutto nelle zone di montagna. Gli scatti sono meravigliosi, perfetti nel loro colore.
    Davvero felice d’averti trovata e magari se riusciremo un giorno chissà ci incontreremo.
    A presto Melania

  • Reply
    Crostata con fichi d'india | Zagara e Cedro
    21 settembre 2016 at 9:14

    […] offre solo il fico d’india D.o.p. dell’Etna. Altre info e ricette potrete trovarle QUI.QUI e […]

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Crostini con zucca arrosto e Roquefort