Dolci

Panforte…a modo mio

Buongiorno amici lettori,come avete trascorso il Natale? io in famiglia come di consueto ma con mio marito preso da un virus intestinale che lo ha anche fatto rimettere parecchio e che lo ha costretto a letto fra le punture come nutrimento…povero gioia,grazie a Dio si è ripreso,ma la cosa che mi importa davvero è la salute di tutti noi, che poi festeggiamo a casa o altrove poco importa,non siamo mai stati mondani,mi preme solo sapere che siamo insieme in salute e ancora tanto e tanto amore.

Questa volta mi sono cimentata in un dolce Natalizio tipicamente Toscano che viene prodotto in modo particolare a Siena,devo dire che mi è sempre piaciuto tantissimo,spesso lo preferisco al torrone classico ma non avevo mai provato a riprodurlo,come potete immaginare nella scelta degli ingredienti,oltre a quelli previsti,dovevo metterci la mia personale impronta sicula e dopo varie ricerche ho assemblato la ricetta su misura per me.


Panforte

Ingredienti :

250 g di mandorle di buona qualità (io le avevo pelate ma anche con la buccia vanno bene)

150 g di scorzette d’arancia candita

150 g di cedro candito

80 g di pistacchi

300 g di zucchero

150 g di miele di zagara

160 g di Farina

un cucchiaino scarso di chiodi di garofano in polvere

mezzo cucchiaino di cannella in polvere

un quarto di cucchiaino di noce moscata in polvere

2 gocce di acqua di fiori d’arancio

zucchero a velo quanto basta

 

Preparazione:

Per prima cosa mettete a sciogliere in un pentolino lo zucchero e il miele,mescolate di continuo fino a sciogliere per bene il tutto,di seguito unitelo alle scorze candite,usate una capiente boule in vetro,mescolate leggermente poi aggiungete le mandorle e la farina setacciata con la cannella,chiodi di garofano e noce moscata, a questo punto siate veloci nell’amalgamare il tutto,unite le gocce di acqua di fiori d’arancio.Vi accorgerete che l’impasto risulterà rigido e poco maneggevole ma è del tutto normale,lo zucchero tende ad indurirsi.

Foderate di carta forno la base di uno stampo (io ho usato uno stampo tondo a cerniera dal diametro di 27 e poi ho tagliato il panforte in rettangoli,ma è più agevole uno stampo rettangolare) ripassate di burro e farina anche i lati.

Versate quindi il composto velocemente nello stampo e appiattitelo con la parte convessa del cucchiaio,bagnatelo di continuo così da non attaccarsi,spolverate di zucchero a velo abbondante e infornate in forno preriscaldato e statico a 200 ° per circa 10 minuti.

Sfornate e sformate quando il panforte è ancora tiepido ma non freddo altrimenti sarà più complicato.

Spolverate con ulteriore zucchero a velo.

 

Note:

Si conserva per diversi giorni ben sigillato sotto una campana di vetro o contenitore in metallo,nei giorni seguenti la preparazione sarà ancora più buono e della giusta consistenza.


 

Ovviamente per le materie prime ho scelto mandorle,pistacchi,scorze d’arancia e di cedro selezione Pennisi La Dolceria Siciliana,

Alla fine mi è tanto piaciuto che ho deciso di regalarlo,ho usato dei barattoli riciclati (tipo nutella o simili) ho tagliato il panforte in modo irregolare così che potesse entrare all’interno,ho usato carta pacchi,cordoncino,adesivi ed etichette  in tono natalizio o a vostro piacere. Che ne dite,carino vero?! è un’dea da poter riprodurre anche per Capodanno o per l’Epifania. Magari potete regalare il vostro panforte in un piatto e lasciarlo di forma tonda,confezionato a dovere è un’idea molto gradita secondo me.

Scusate se le immagini risultano buie e poco nitide,ma ho fotografato senza luce solare,giornata grigia grigia…e un freddooo da morire ^.^

Un abbraccio a tutti e buon anno 2018,come è stato il vostro 2017 ? bhe vi auguro comunque un anno migliore del precedente che volge alla fine.

K.V.

Zagara & Cedro

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Francesco
    29 dicembre 2017 at 12:40

    Ricordi, ohhhhhhhhhhhh, i cari ricordi!!
    Da piccolo mio padre comprava sempre i ricciarelli insieme al Panforte di Siena ed io ne andavo pazzo!!
    Non so più quanti anni siano passati, ma ricordo ancora il sapore dolce e la consistenza robusta, ma quant’era buonoooo!!
    Ora, tu che hai una marcia in più e la capacità, bravura e ricca fantasia, hai saputo far rivivere il mio ricordo e, al tuo dire, anche per te ha avuto lo stesso sapore.
    Cerchiamo di tenere strette queste forti emozioni e, insieme ad esse, anche tutto ciò che è accaduto in questo anno che sta per lasciarci e, nei nostri cuori, auguriamoci sempre di andare avanti con salute ed amore.
    I momenti belli e significativi, oltre ai ricordi, sono gli abbracci e i baci ricorrenti,in modo particolare in questi giorni di passaggio dal passato al nuovo Anno che ci attende. La felicità per tuo marito, rimessosi da questa influenza , vi aiuterà a vivere momenti di grande intensità e, con il vostro piccolo, in compagnia della dolce Maia, felici porrete piede sulla soglia del nuovo anno, foriero di indimenticabili momenti di gioia ed amore.
    Infiniti auguri e buon Anno 2018!!

  • Reply
    Damiana
    29 dicembre 2017 at 16:20

    Mannaggia mi spiace,punture a Natale no no no😅,ma l ‘importante stia bene, vi rifarete acapodanno,anche se come ben dici,l’importante è stare insieme.Non son mondana neanch’io ,quindi afferro un trance troppo,mi accomodo al camino e aspetto la mezzanotte.Questa bontà,insieme ai miei cari e tutto ciò che si può desiderare.Kettina mia,un augurio grandissimo per un anno ricco di salute e serenità a te e la tua bellissima famiglia😘😘

  • Reply
    Natalia
    30 dicembre 2017 at 9:19

    Il panforte è una cosa che non ho mai fatto. Ogni anno mi riprometto di provare ma poi presa dalle mille altre cose me ne dimentico.
    Ti auguro un sereno e felice 2018

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Insalata di tuberi e yogurt greco